Portale Italiano di Consulenza Filosofica



Segui la nostra pagina Facebook Seguici su Twitter

Daria Dibitonto

Informazioni sul contatto

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cellulare: 329 0774911

Altre informazioni

Altre informazioni:

“Ho vissuto la filosofia in molteplici forme: è stata per me passione, impegno di lavoro nella ricerca accademica, elaborazione teorica, approfondimento esistenziale personale e strumento di consulenza a singoli, gruppi e organizzazioni. Nel mio incontro con le persone ho sempre preferito parlare di pratica filosofica, piuttosto che di consulenza, perché la filosofia – per come io la intendo e la vivo - poco si presta a un incontro sporadico e circoscritto: non è né deve essere un servizio di “problem solving”. Ciò non significa che non possa anche essere intesa come un supporto, un approfondimento o un interesse momentaneo, però non è questo che rappresenta nella mia esistenza e che propongo alle persone che richiedono il mio intervento, quand’anche occasionale. Filosofia è per me, innanzitutto, un’attitudine e un desiderio: un’attitudine dello sguardo, che cerca di comprendere oltre la superficie di ciò che si dà, e il desiderio di conoscere e incontrare quell’altro che sempre si sottrae (sia la mia interiorità, sia la persona amata, sia il diverso che non riesco a comprendere, sia il mondo nella sua complessità) per farne nascere, insieme, un Bene. In questo orizzonte ampio, nel vasto spazio della libertà individuale di accogliere o rifiutare ciò che il mondo offre, si colloca un percorso di pratica filosofica: con attitudine socratica, e non senza un certo gusto per la contrapposizione dialettica, mi occupo di rendere consapevole, di approfondire e, se richiesto, di orientare la libertà della persona che richiede il mio supporto. Si tratta dunque di una pratica di conoscenza di sé (emozioni, desideri, limiti, vulnerabilità, valori morali, etica) e delle proprie modalità di relazione (con gli altri, con l’ambiente, con Dio e con il senso dello stare al mondo) che ha l’obiettivo principale di ampliare e approfondire la libertà, la responsabilità e la gioia di vivere di singoli o di gruppi, facilitando il superamento dei conflitti. Avendo esperienza di pratica filosofica in contesti psichiatrici accolgo volentieri persone con diagnosi di disturbo mentale, purché la persona accetti la mia collaborazione e comunicazione col team dei curanti”.


BREVE CURRICULUM PROFESSIONALE:

Consulente, formatrice, ricercatrice abilitata all’insegnamento universitario di Filosofia Morale (11 C/3) come Professore di seconda fascia dal 27/02/2014 al 27/02/2018. Laurea in Filosofia conseguita nel 2001 con il Prof. Ugo Perone, con lode e dignità di stampa. Svolge parte della ricerca a Tübingen (Germania), con borsa di studio per laureandi dell’Università del Piemonte Orientale, dove incontra il Prof. Jürgen Moltmann, teologo di fama mondiale, la cui opera è oggetto della sua tesi. Da questa ricerca nasce il suo primo libro: Dio nel mondo e il mondo in Dio. Jürgen Moltmann tra teologia e filosofia, Trauben, Torino 2007, e un rapporto di lungo corso con il Prof. Moltmann, del quale traduce varie conferenze e il testo autobiografico Vasto spazio. Storia di una vita, Queriniana 2010. Ha perfezionato il tedesco a Kiel (Christian-Albrechts-Universität) e a Berlino presso il Goethe Institut con borsa di studio del Ministero degli Esteri e del DAAD (Deutscher Akademischer Austausch Dienst) (2001). Consegue il Dottorato di Ricerca in Filosofia nel 2005 presso l'Università del Piemonte Orientale "A. Avogadro". La tesi di dottorato è svolta in Filosofia teoretica sul tema del desiderio in Ernst Bloch. Soggiorna per motivi di ricerca a Tübingen nel semestre estivo 2003. Dal settembre 2005 al luglio 2007 collabora come redattrice e giornalista per l’Ufficio Editoriale del Teatro Stabile di Torino, scrivendo per il periodico Teatro/Pubblico, per il quale intervista, tra gli altri, Gianni Vattimo, Richard Rorty, Fernando Savater, Umberto Galimberti. Nella primavera 2007 idea, cura e conduce per il Teatro Vittoria il caffè filosofico “Tramonto del nichilismo. Potenza e impotenza della filosofia”, cui sono invitati a intervenire Sergio Givone, Carlo Sini, Salvatore Natoli, Umberto Galimberti. Frequenta il Master di II livello in Consulenza filosofica presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia (10/2005–6/2007). Svolge il tirocinio presso il Centro di Salute Mentale dell’Asl To 5 di Chieri e inizia a occuparsi di psicopatologia fenomenologica. Dal 2007 al luglio 2014 è titolare di assegni di ricerca in Filosofia morale sul tema del desiderio in prospettiva filosofica e psicopatologica presso l'Università del Piemonte Orientale Avogadro, cofinanziati dal Dipartimento di Salute Mentale dell'Asl To 5 di Chieri, presso cui svolge consulenza filosofica per pazienti e operatori della salute mentale. Organizza e insegna nei corsi di formazione dell’Asl To 5 (con accreditamento regionale ECM) per operatori della salute mentale: “Psichiatria e filosofia. Una collaborazione possibile”, 26/11/2010 e “Il sé e le sue patologie: un nuovo approccio interdisciplinare”, 6-13-20-27 marzo e 3 aprile 2014. Ha progettato ed erogato corsi di formazione aziendale per Inspire Sas da dicembre 2011 a novembre 2014. Dal 2011 frequenta alcune attività della Sezione di Psicopatologia Fenomenologica e Psicoterapia del Centro di Medicina Psicosociale della Clinica Universitaria di Heidelberg, diretta dal Prof. Thomas Fuchs, Professore di Fondamenti Fenomenologici della Psichiatria. Soggiorna ad Heidelberg con borsa DAAD per ricercatori e professori per tre mesi nella primavera 2013 per svolgere parte della ricerca sul desiderio incarnato e disincarnato con il Prof. Fuchs. Nel marzo 2015 relaziona a Heidelberg sull’eredità del pensiero di Jaspers in Luigi Pareyson e sul ruolo dell’immaginazione nel delirio schizofrenico. Il suo ultimo libro è Luce, oscurità e colore del desiderio. Un’eredità non ancora indagata della filosofia di Ernst Bloch, Mimesis, Milano 2010; tra i suoi recenti contributi internazionali un capitolo del volume curato da Tom Froese e Massimiliano Cappuccio, Enactive Cognition at the Edge of Sense-Making: Making-Sense of Non-Sense, Palgrave Macmillan, Basingstoke & New York 2014.


Dott.ssa Daria Dibitonto

Corso Nuova Italia 35

13048 Santhià (VC)

2019    | developed by cyberspring | concept by anna cella